Domenica 27 Giugno 2010
HowTo: Come creare un Server eMule Lugdunum
Dopo ore di svariate ricerche sono riuscito a ricostruire parte delle documentazioni presenti nella rete, che risultano molto frammentarie e difficili da trovare, in quanto ne siti ne comunità portano avanti più i vecchi progetti dei server ed2k, in particolare l'ultimo software (satan-edonkey-server) non se ne trova traccia in rete se non su alcuni forum informativi.
Dalle fonti che ho trovato sembra che entrambi i software siano close-source e chiusi da tempo (in particolare satan ha avuto una brevissima vita).

Mettendo assieme vari materiali sono riuscito a reperire i file eseguibili per le piattaforme Win32, Linux Kernel 2.4 e Kernel 2.6 per singoli processori e multiprocessori (Esistono anche per FreeBSD, Solaris, HPPA machines e PowerPC G4) e piccole documentazioni per le impostazioni.

SOFTWARE NECESSATI
Serve solo l'eseguibile del server, eserver, per il vostro sistema operativo (ho caricato tutto sul mio server, visto che ho trovato i pacchetti via eMule, e non via web):
Versione per Windows 2000, XP e Server 2003 (su Windows Seven sembra funzionare, ma è da testare)
-eserver-17.15.i686-win32
Versioni per Linux
-eserver-17.14.i586-linux (Per computer (pentium) con il kernel 2.4)
-eserver-17.14.i686-linux.nptl (Per computer high end linux ix86 con kernel 2.6 (using futexes/NPTL))
-eserver-17.14.x86_64-linux.nptl (Per computer high end linux AMD64 con kernel 2.6 (using futexes/NPTL))
-eserver-17.9.i686-linux.nptl_up (Per computer high end linux ix86 con kernel 2.6 (using futexes/NPTL) che sfruttano un processore solo)
-eserver-17.14.x86_64-linux.nptl_up (Per computer high end linux AMD64 con kernel 2.6 (using futexes/NPTL) che sfruttano un processore solo)

PROCEDURA DI SETUP
il server non necessita di nessun installazione, se non la configurazione base (e volendo quella avanzata) tramite file di configurazione, che ho preventivamente preparato con relativi commenti (in inglese, non ho voluto tradurli per mia deficienza nell'uso di tale lingua) che permettono una comprensione quasi totale delle funzioni del server.
Qui trovate il file di configurazione (donkey.ini da salvare nella stessa cartella dell'eseguibile) che è di uso generico sia per Windows che per Linux (apparte qualche funzione specifica debitamente segnalata).

Un unico appunto trovato, è che il nostro bel software non è implementato per girare come un demone o un servizio di sistema, quindi avrete sempre in bella vista la sua schermata (puramente shell) e quindi un'eventuale crash improvviso del programma, oppure una chiusura accidentale, pianterebbe l'intera rete! Per ovviare tale problema è caldamente consigliato scrivere un file di bash che esegua un ciclo sostanzioso che richiami il nostro bel programma ogniqualvolta questo cessi di terminare, nel file di configurazione, all'inizio, ho inserito anche della documentazione su questa parte.

IMPOSTAZIONI BASE
Di seguito un elenco delle impostazioni di base che il nostro server necessita di avere e una breve spiegazione di ognuna:
Parametro=impostazione (spiegazione)


name=ServerName (banalmente il nome che vogliamo dare al nostro server)
desc=Description_ServerName (una breve descrizione del nostro server)
thisIP=82.56.171.142 (IP pubblico del server, ovvero l'IP della macchina che farà girare il software)
port=4661 (la porta TCP e UDP che il server occuperà la porta di default è 4661)

maxClients=6000 (numero massimo di utenti che si possono connettere, di default è 1000)
public=false (se impostato a true il server avvisa tutti gli altri server della sua presenza e così si rende "pubblico", altrimenti solo chi conosce l'indirizzo può collegarsi)
console=true (mostra tutti i messaggi nella console, default true)
logFile=true (se posto a true, il server salva in un log file tutto ciò che accade, default true)
verbose=false (in caso sia impostato a true, mostra anche delle informazioni di debug nel log file, default false)
welcome[0]=Messaggio di Benvenuto! (Prima riga del messaggio di benvenuto)
welcome[1]=Questo è il mio server emule (seconda riga)
...
seedIP=xxx.xxx.xxx.xxx (eventuale server a cui connettersi per richiedere la lista dei server di emule)
seedPort=4661 (porta del seed-server, default 4661)
type=key (metodo di ricerca all'interno dell'indice: key, ricerca per parole chiave, substring ricerca per sottostringhe. il sistema più veloce è il key. default key)
filter[#]=... (filtri da applicare al server, la documentazione la si trova all'interno del file di configurazione)
tableSize=2333 (dimensione della hash table che serve a immagazzinare le informazioni dei descrittori. default nulla)
maxVersion=1000 (Versione massima di emule per potersi connettere al server)
minVersion=39 (Versione minima di emule per potersi connettere)

Queste sono le impostazioni di base per poter configurare un server ed2k. Le altre impostazioni sono più specifiche e trattano la propria architettura hardware e software e quindi necessitano di conoscenze specifiche nel trattarle

LINK
Infine lascio alcuni link sulla documentazione che ho trovato:
-[ENG] Sito ufficiale del progetto lugdunum
-[ENG] Sito di documentazione
-[FRE] Remake del sito ufficiale con tutta la documentazione
Torna indietro


Commenti: 0

Nome:
Messaggio:
Riscrivi il codice:

Non รจ stato inviato nessun commento!

Filtra per Tag:

-Windows (9)
-HowTo (7)
-Server (6)
-Linux (4)
-Hardware (4)
-e-commerce (3)
-Programmazione (2)
-Wireless (2)
-eMule (2)
-nVidia (2)
-Puttanate (1)
-PDF (1)
-Arduino (1)
-Elettronica (1)
-WEB (1)
-Trashware (1)
-IRC (1)