Venerdì 27 Agosto 2010
IRCd (IRC daemon), i server IRC
Per continuare la carrellata dei vari software server per la gestione dei programmi di utilizzo comune, oggi trattiamo dei server IRC (Internet Relay Chat).
IRC è stato il primo sistema di comunicazione istantanea che si è instaurato in internet verso la fine degli anni '80 ed è tuttora attivo e molto utilizzato.
Inizialmente i vari client erano progettati per la sola funzione di chat (organizzazione per stanze o channels) e collegandosi ai vari server era possibile dialogare pubblicamente oppure privatamente; successivamente vennero equipaggiati anche da sistemi per lo scambio file tramite il protocollo DCC e l'estensione XDCC (utilizzata ora principalmente nei BOT  tipo EggDrop per il p2p, ma di questo argomento se ne parlerà in un altro articolo).
Attualmente la rete IRC conta numerosi server sparsi in tutto il mondo con diverse implementazioni del protocollo IRC, tutte compatibili l'un l'altra.
Tra i vari client per le reti IRC, cito alcuni che per me sono stati basilari (anche se non necessariamente sono i migliori o i più convenienti):
-mIRC, mIRC in italiano (Solo per Windows in licenza Shareware);
-XChat (Linux, Windows in licenza trial per 30 giorni, Mac OS X);
-Pidgin (Tutte le piattaforme).

Ma ora passiamo al vero e proprio argomento di questo articolo: l'IRCd.
Tra i vari software che implementano il server IRC, ho scelto (seguendo dei consigli cercati in internet) quello che sembrava il più stabile e sicuro, ma anche più semplice da configurare per dei principianti come me! Il server che andremo a installare, sarà il famoso UnrealIRCd alla versione 3.2.8.1 per Windows.

SOFTWARE NECESSATI
Essendo un server abbastanza "semplice" necessita di scaricare il solo programma UnrealIRCd, senza dover aggiungere altro software da configurare in modo che inter-operi con il nostro IRCd; quindi:
-UnrealIRCd (aggiornato all'ultima versione disponibile), oppure UnrealIRC 3.2.8.1


PROCEDURA DI INSTALLAZIONE
Dopo aver scaricato il software, lanciamo l'installazione e installiamo tutto a dovere (per l'installazione serve la connessione ad internet). Una volta terminata la procedura, si passerà prima di tutto alla configurazione del server.

PROCEDURA DI SETUP
Leggendo la documentazione on-line, viene detto che per la prima configurazione del file "unrealircd.conf" ci passano dai 15 ai 60 minuti, quindi prendetevi un bel po' di tempo prima di iniziare (e ricordatevi che solo per aver scritto questo articolo, ne avrò impiegato molto più di voi!!!), mentre per una buona configurazione ci passa molto più tempo!
Vi proporrò un file di configurazione di base con un po' di documentazione integrata in modo da poter fornire una base già pronta in modo da risparmiare un po' di tempo nella configurazione.
Prima di tutto vi metto a disposizione il file di configurazione unrealircd.conf da salvare nella cartella principale del programma, poi iniziamo con un po' di spiegazioni:

Cominciamo dall'inizio: tralasciando le prime righe di presentazione e di spiegazione (da leggere per conto proprio) passiamo subito alla riga 39 dove troviamo:

/* FOR Windows, uncomment the following 2 lines: */
#loadmodule "modules/commands.dll";
#loadmodule "modules/cloak.dll";

come prima cosa, visto che siamo in ambiente Windows, de-commentiamo le due righe "loadmodule...", in modo da abilitare i moduli giusti; ora si può procedere con la configurazione minima di base!

Faccio subito notare che i blocchi delimitati da

#OBBLIGATORIO
################################################
...
...
################################################

sono della parti del file di configurazione da trattare con particolare cura e stare attenti a quello che si fa'!

Il primo blocco importante è quello me { } che serve a memorizzare le informazioni di base del nostro server; al suo interno dovremo inserire il nome, una breve descrizione ed un numero da 0 a 254 che sia unico su tutta la rete:
me {
        name "nome.del.server";          #Per esempio "irc.tameo89.altervista.org"
        info "Piccolissima descrizione";
        numeric 1;
}

Il secondo blocco obbligatorio è quello riguardante l'amministratore admin { }, al suo interno possiamo inserire tutto ciò che vogliamo per delle informazioni sull'amministratore.
admin {
        "Matteo Tamigi";
        "tameo89";
        "[email protected]"
        "Mi piace il gelato"
}

Il terzo blocco tratta le classi di connessioni all'interno del server: sostanzialmente 2, i clients e i servers.
Questo blocco specifica delle impostazioni per ognuno rispetto alla loro categoria (rimando alla documentazione per una comprensione maggiore).
class clients {
        pingfreq 90;
        maxclients 1000;
        sendq 100000;
        recvq 8000;
}

class servers {
        pingfreq 90;
        maxclients 10;
        sendq 1000000;
        connfreq 100;
}

Nel blocco allow { } troviamo i parametri più importanti per la connessione dei vari client e server al nostro IRCd, in quanto in questo blocco possiamo decidere di accettare o meno le connessioni da parte di tutti, di nessuno, solamente della nostra rete, ecc. Nel file che ho messo a disposizione, le connessioni dovrebbero essere aperte al mondo intero (se intendete fare una cosa del genere ricordatevi di aprire le porte dei vari firewall e i vari redirect di porta sui vostri router, il cosidetto PAT).

Il blocco oper { } ci permette di specificare i vari IRCOp, ovvero gli operatori del server, che non sarebbero altro che dei vostri fidati aiutanti che non fanno altro che stare all'interno del vostro server per far in modo di rispettare le regole (per esempio lo SPAM, l'IRCWar oppure bloccare utenti scorretti).

Il blocco listen { } ci permette di definire l'IP, la porta e il tipo/i tipi di connessioni su tale IP/porta e che connessione utilizzare (SSL o meno), di default le porte sono settate in modo da permettere già la connessione senza intoppi.

Ultimo blocco molto importante, è il blocco set { }. A questo blocco rimando direttamente alla documentazione ufficiale, anche se nel file di configurazione, i parametri sono già configurati a dovere, in modo da permettere un funzionamento minimo basilare.


Si potrebbe continuare a lungo sulla configurazione del server IRC, ma sia il tempo che la voglia di approfondire e sopratutto tradurre buona parte della documentazione ufficiale in inglese, manca.

Potrete trovare altre documentazioni e aiuti ai seguenti link:
-http://www.tuttoirc.it
-http://www.alexnetwork.it
Torna indietro


Commenti: 0

Nome:
Messaggio:
Riscrivi il codice:

Non รจ stato inviato nessun commento!

Filtra per Tag:

-Windows (9)
-HowTo (7)
-Server (6)
-Hardware (4)
-Linux (4)
-e-commerce (3)
-Programmazione (2)
-Wireless (2)
-eMule (2)
-nVidia (2)
-WEB (1)
-Trashware (1)
-IRC (1)
-Puttanate (1)
-PDF (1)
-Arduino (1)
-Elettronica (1)